Menu

Glossario

A

Acquirer

Soggetto aderente ad un Circuito, che sottoscrive e gestisce gli accordi contrattuali con gli Esercenti per l’accettazione di pagamenti tramite Carta o altro Strumento di pagamento.

ATM (“Automated teller machine”)

Apparecchiatura automatica per l’effettuazione di operazioni quali prelievo di contante, richiesta di informazioni sul conto, e, qualora abilitata, per il versamento di contante o assegni, bonifici, pagamenti (es. multe, utenze, ricariche telefoniche, ecc). Il Titolare attiva il Terminale introducendo una Carta di pagamento (può essere una carta di debito, credito o prepagata) e opera digitando il codice personale segreto (PIN).

B

BANCOMAT® / PagoBANCOMAT®

Circuiti di pagamento con carta di debito o prepagata, operanti in ambito nazionale. Essi consentono, rispettivamente, il prelievo di contante dagli ATM abilitati ad operare sul Circuito BANCOMAT® ed il pagamento di beni o servizi presso gli esercenti aderenti al Circuito PagoBANCOMAT®. Per accedere ai servizi dei Circuiti è richiesto l’impiego di una Carta a Marchio BANCOMAT®/PagoBANCOMAT® su Terminali abilitati ai medesimi Circuiti.

C

Carta di Credito (“Pay Later”)

Strumento di pagamento che abilita il titolare, in base ad un contratto con l’Emittente, ad effettuare acquisti di beni o servizi oppure prelievi di contante a valere sul Circuito o sui Circuiti presenti sulla Carta. Gli importi spesi o prelevati vengono addebitati in un momento concordato con l’Emittente, successivo rispetto a quello della transazione. Il pagamento da parte del Titolare avviene a cadenza predefinita, di norma mensile, in unica soluzione ovvero, se previsto dal contratto, in forma rateale (c.d. carte di credito revolving); esso può essere effettuato con addebito di un conto bancario, preautorizzato dal titolare stesso, ovvero con altre modalità. Le operazioni di acquisto o prelievo sono generalmente sottoposte a un massimale di utilizzo (il cosiddetto plafond) definito nel contratto.

Carta di Debito (“Pay Now”)

Strumento di pagamento che abilita il titolare, in base ad un contratto con l’Emittente, ad effettuare acquisti di beni o servizi oppure prelievi di contante a valere sul Circuito o sui Circuiti presenti sulla Carta. Gli importi spesi o prelevati vengono addebitati sul conto contestualmente all’operazione. L’addebito avviene subito in occasione di ogni singolo pagamento o prelievo.

Carta di Pagamento

Strumento di pagamento che abilita il Titolare, in base a un contratto con l’Emittente, ad effettuare acquisti presso esercizi commerciali oppure a effettuare il prelievo contante tramite apparecchiature ATM. Per effettuare pagamenti e prelievi il Titolare deve verificare che l’esercente o l’ATM espongano i medesimi Marchi presenti sulla Carta. Tali Marchi identificano il Circuito oppure i Circuiti con cui la Carta è abilitata ad operare. Le Carte di Pagamento si classificano in carte di debito, di credito e prepagate.

Carta Multifunzione

Carta di debito e credito insieme. Il Titolare può scegliere se effettuare un pagamento tramite la funzionalità del debito oppure quella del credito.

Carta Prepagata (“Pay Before”)

Strumento di pagamento, rilasciato a fronte di un versamento anticipato di fondi effettuato all’Emittente, il cui valore diminuisce ogni volta che viene utilizzato per effettuare pagamenti o prelievi. Le carte prepagate possono essere “anonime” o “nominative”. Le Carte Prepagate Anonime possono essere non ricaricabili (carte “usa e getta”, con un valore massimo in Italia di 500 euro) oppure ricaricabili (con un limite massimo di caricamento annuo pari a 2.500 euro). Le Carte Prepagate Nominative hanno un valore massimo avvalorabile che differisce da Emittente a Emittente e possono essere ricaricate più volte, anche a distanza e da terze persone. Una recente evoluzione delle Carte Prepagate è costituita dalla cd. “carta conto” dotata di Iban che incorpora alcune peculiarità del conto di pagamento, quali ad esempio la possibilità di effettuare e ricevere bonifici.

Circuito di pagamento

Piattaforma costituita dal complesso di regole e procedure che, attraverso l’utilizzo di una determinata Carta di pagamento o altro Strumento di pagamento, consentono di effettuare prelievi e di realizzare e ricevere pagamenti.

Commissione Interbancaria

Importo scambiato tra Soggetti aderenti ad un medesimo Circuito di pagamento; essa riguarda le transazioni nelle quali l’Acquirer che gestisce il Terminale POS o ATM è un soggetto diverso dall’Emittente della Carta di Pagamento (ad esempio, prelievo con Carta allo sportello ATM di una Banca diversa da quella che ha emesso la Carta stessa). La Commissione Interbancaria è generalmente fissata da chi gestisce il Circuito.

E

Emittente o Issuer

Soggetto aderente ad un Circuito, che emette Carte o altro Strumento di pagamento, sottoscrivendo e gestendo gli accordi contrattuali con i Titolari.

P

PIN (Personal Identification Number)

Codice Personale Segreto consistente in una sequenza numerica associata univocamente ad una Carta o ad uno Strumento di pagamento, per garantirne l’utilizzo esclusivo da parte del suo Titolare.

POS (Point Of Sale - punto di vendita)

Apparecchiatura che permette il pagamento di beni e servizi con l’utilizzo di una Carta o altro Strumento di pagamento. Il dispositivo consente il trasferimento delle informazioni necessarie per l’autorizzazione e la registrazione, in tempo reale o differito, del pagamento. Il POS può essere anche virtuale; si tratta di una soluzione che permette di gestire i pagamenti web tramite una pagina internet dedicata.

T

Titolare

Soggetto intestatario di una Carta o altro Strumento di pagamento, in virtù di un contratto con l’Emittente.